CONSIGLI PER CURARE IL TATUAGGIO APPENA ESEGUITO

 

Appena terminato il tatuaggio la pelle circostante è infiammata, pertanto bisogna applicare una crema lenitiva (Bepanthenol) e bendare la parte con una pellicola protettiva impermeabile.

La pellicola andrà rimossa rigorosamente dopo circa 2-3 ore.

Tolto il bendaggio, detergere la zona trattata con acqua tiepida e sapone neutro (Neutromed o Neutro Roberts) per eliminare eventuali residui di sudore o sangue.

Asciugare delicatamente con un panno di carta, ed applicare un sottile strato di Bepanthenol, e se possibile lasciare il tatuaggio a contatto con l’aria per favorire la formazione della crosta. In caso di esposizione inevitabile a zone sporche su luoghi di lavoro, o ambiente poco puliti, proteggere con un leggero strato di crema lenitiva e applicare un panno di carta senza farlo aderire troppo. Adoperare lo stesso sistema per non sporcare eccessivamente lenzuola e cuscini durante la notte.

Al mattino detergere con acqua tiepida, e applicare un sottile strato di Bepanthenol.

E’ possibile fare la doccia, ma bisogna evitare bagni prolungati in acqua, e soprattutto in piscina, che contiene disinfettanti a base di cloro evitare inoltre esposizioni al sole e lampade, in caso di esposizione inevitabile a raggi solari, proteggere prima con una crema a protezione totale.

Applicare Bepanthenol per circa 3 volte al giorno per i primi 2 giorni, successivamente usare solo vaselina per ammorbidire le croste.

Nei primi 5-6 giorni evitare di indossare indumenti stretti, che sfregano sul tatuaggio e che ne impediscono una libera traspirazione, ed evitare ambienti polverosi e sporchi, per ridurre al minimo il rischio di contrarre infezioni.

E’ normale se il tatuaggio sarà arrossato e caldo per tutto il giorno seguente alla realizzazione. L’insorgenza di febbre o stanchezza può essere legata ad una seduta particolarmente dolorosa e lunga. Non è consigliato curare la zona trattata con sostanze non indicate in questo paragrafo, come creme a base di cortisone o creme antibiotiche. (Gentalyn beta – Cicatrene etc.)

Quando si sarà formata la crosta, basterà idratare la parte con semplice crema di vaselina, non crema nivea o simili, fino a quando tutta la crosta sarà caduta da sola. Non grattare le croste, anche se penzolanti, ma picchiettare in caso di prurito. Proseguire l’applicazione di vaselina fino a quando la pelle sarà liscia e naturale.

Se ben curato un tatuaggio in bianco e nero guarisce in circa 10-15 giorni, quello colorato qualche giorno in più.

 

2006 - 2012 Tattoo e Piercing tatuaggi e piercing tatuatori e tatuaggi il portale dei tatuaggi   Sitemap